foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


.
info@curecare.it
www.curecare.it

CureC@re

la cultura del prendersi cura

Percorso



L'idratazione al termine della vita è un problema fondamentale nella cura di qualità a livello internazionale.

Il processo decisionale per la somministrazione dell’idratazione artificiale nelle malattie avanzate è complicato dalla scarsezza di indicazioni basate sull’evidenza. Nonostante la considerevole attenzione rivolta all'argomento, tra cui due recenti revisioni utilizzando Cochrane, non ci si è concentrati nell'identificazione sistematica di documenti che riportino i procedimenti per la somministrazione dell’idratazione sottocutanea. Di conseguenza, è necessario fornire indicazioni sulla [...]

[...] posizione, il modo, il volume ed il tasso di infusione, in base all’evidenza empirica.

Per effettuare il riesame sistematico dei documenti che riportano dati di ricerca empirici sono stati esaminati nel settembre del 2015, senza limitazioni di data, le banche dati chiave (CENTRAL, Medline, EMBASE, Web of Science, CINAHL).

I criteri di inclusione si sono concentrati sull'ipodermoclisi negli adulti all'interno di una popolazione con malattie avanzate. Gli studi selezionati sono stati riesaminati in base alla qualità e si è effettuata una valutazione del rischio di bias per gli studi inclusi.

14 studi sono stati inclusi nella ricerca; la maggior parte (8) si sono svolti in hospice, gli altri (6) in reparti di lungodegenza con una popolazione con patologie croniche associate all'invecchiamento.

Gli studi erano di qualità moderata o alta. La posizione e la modalità di infusione non erano ben descritti in questi articoli e le percentuali di infusione variavano ampiamente fornendo uno scarso consenso chiaro per guidare la pratica clinica nella somministrazione dei fluidi sottocutanei.

Gli studi riferiscono in modo insufficiente i procedimenti con cui viene somministrata l'idratazione artificiale, fornendo una scarsa guida alla pratica, basata sull’evidenza. Sono necessarie evidenze generate da popolazioni non oncologiche per garantire che i dati siano applicabili al gran numero di persone con altre malattie avanzate.

In assenza di un’evidenza solida sufficientemente comprovata, il modo di somministrazione dell'idratazione artificiale alla fine della vita rimane nell’indefinito tra l’evidenza e la pratica abitudinaria senza fondamento.

 

vai all'abstract: >> How and why are subcutaneous fluids administered in an advanced illness population: a systematic review. Forbat L1, Kunicki N2, Chapman M3, Lovell C4.

chi è online?

Abbiamo 13 visitatori e nessun utente online


Redazione: Daniela Cattaneo, Emanuela Porta, Lea;  

Web Master: Emanuela Porta - Copyright © 2018 CureC@re la cultura del prendersi cura Rights Reserved.