foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


.
info@curecare.it
www.curecare.it

CureC@re

la cultura del prendersi cura

Percorso



L'Ordine degli Psicologi del Lazio, l’Ordine dei Medici di Roma e l’ Ordine degli Infermieri di Roma, l'Associazione Luca Coscioni, la SICP, l'AISLA, il Fatebenefratelli Isola Tiberina con il contributo di professionisti riconosciuti a livello nazionale hanno redatto il documento “Conoscere la Legge 219/2017” presentato a Roma il 4 aprile nella sede dell'Ordine degli Psicologi del Lazio.

Il testo, corredato da uno specifico Glossario, è frutto di un lungo lavoro comune, basato sul contributo di professionisti con diverse competenze e posizioni politiche ed etiche. «Ci sono voluti due anni per arrivare ad una stesura definitiva di questo documento – dichiara Monia Belletti, psicologa coordinatrice del gruppo di lavoro che ha promosso il documento sotto l'egida dell’Ordine degli Psicologi del Lazio – e il contribuito di 18 persone, un’equipe multidisciplinare costituita da medici, infermieri e psicologi, rappresentati dei rispettivi ordini, ma anche sociologi, esperti di bioetica, giornalisti, professori universitari».

Un intero capitolo del volume è dedicato alle funzioni delle varie figure sanitarie coinvolte.

Un lavoro multidisciplinare che offre l’opportunità di rimarcare il ruolo degli Ordini e dei professionisti sanitari nel contribuire a declinare la legislazione a supporto del cittadino malato.

Vai al documento: Conoscere la legge N.219/2017

Allegati:
Scarica questo file (allegato2182845.pdf)allegato2182845.pdf[ ]1270 kB

Un’esatta comprensione della prognosi di un paziente oncologico avanzato può portare a una riduzione delle cure aggressive al termine della vita e a un più precoce ricorso all’hospice.

L’obiettivo della ricerca era determinare l'associazione tra gli eventi clinici ad alto rischio identificati da un semplice algoritmo basato su regole e la riduzione della sopravvivenza globale, per selezionare i pazienti con prognosi infausta che trarrebbero un immediato beneficio dalle direttive anticipate di cura.

Un'analisi retrospettiva è stata eseguita su pazienti oncologici ambulatoriali con una visita indicatrice tra il 1° aprile 2015 ed il 30 giugno 2015. Si è esaminata una finestra di tre mesi per "eventi ad alto rischio", quali: 1) cambiamento della chemioterapia, 2) visita al pronto soccorso e 3) ricovero ospedaliero. I pazienti sono stati seguiti fino al 31 gennaio 2017.

Sono stati inclusi in totale [...]

Leggi tutto: Un algoritmo basato su regole per identificare...

È un fatto poco noto e raramente discusso riguardo alla pratica medica che i medici apprezzano la capacità di amare i pazienti. Se il pensiero di medici che amano i pazienti sembra disgustoso, rassicuriamoci. Non sto parlando dell'amore romantico, ma del senso viscerale di buona volontà e impulso all’assistenza che attira i giovani alla professione e consente loro di sopportare gli anni di dura formazione richiesti per diventare un medico.

Conoscere un paziente come persona significa fare attenzione alla sua storia unica, così come alla sua [...]

Leggi tutto: Amore e limiti in medicina

chi è online?

Abbiamo 101 visitatori e nessun utente online


Redazione: Daniela Cattaneo, Emanuela Porta, Lea;  

Web Master: Emanuela Porta - Copyright © 2019 CureC@re la cultura del prendersi cura Rights Reserved.