foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


.
info@curecare.it
www.curecare.it

CureC@re

la cultura del prendersi cura

Percorso



Un’esatta comprensione della prognosi di un paziente oncologico avanzato può portare a una riduzione delle cure aggressive al termine della vita e a un più precoce ricorso all’hospice.

L’obiettivo della ricerca era determinare l'associazione tra gli eventi clinici ad alto rischio identificati da un semplice algoritmo basato su regole e la riduzione della sopravvivenza globale, per selezionare i pazienti con prognosi infausta che trarrebbero un immediato beneficio dalle direttive anticipate di cura.

Un'analisi retrospettiva è stata eseguita su pazienti oncologici ambulatoriali con una visita indicatrice tra il 1° aprile 2015 ed il 30 giugno 2015. Si è esaminata una finestra di tre mesi per "eventi ad alto rischio", quali: 1) cambiamento della chemioterapia, 2) visita al pronto soccorso e 3) ricovero ospedaliero. I pazienti sono stati seguiti fino al 31 gennaio 2017.

Sono stati inclusi in totale [...]

[...] 219 pazienti sottoposti a chemioterapia palliativa con una prognosi di ≤12 mesi presso la Medicina dell'Università di Chicago.

Il risultato principale era la sopravvivenza globale e ogni "evento ad alto rischio" è stato trattato come una covariata mutevole nel tempo in un modello di regressione dei rischi proporzionali di Cox per calcolare un rapporto di rischio di morte.

Un cambiamento nel regime chemioterapico, una visita in pronto soccorso, un ricovero e almeno un evento ad alto rischio si è verificato rispettivamente nel 54% (118/219), 10% (22/219), 26% (57/219) e 67% (146/219) di pazienti. Il rapporto di rischio rettificato della morte per i pazienti con un evento ad alto rischio era 1,72 (intervallo di confidenza al 95% [IC] 1,19-2,46, p = 0,003), con un ricovero raggiungeva un valore significativo (rapporto di rischio 2,74, IC 95% 1,84-4,09, p <0,001).

L'algoritmo basato su regole in un gruppo di pazienti con prognosi infausta ha identificato quelli con il maggior rischio di morte. L'inserimento di questo algoritmo nella cartella clinica elettronica può identificare i pazienti che hanno maggiore urgenza di identificare gli obiettivi dell'assistenza.

 

vai all'abstract:>> A Rules-Based Algorithm to Prioritize Poor Prognosis Cancer Patients in Need of Advance Care Planning Bestvina Christine M. Journal of Palliative MedicineVol. 21, No. 6

chi è online?

Abbiamo 113 visitatori e nessun utente online


Redazione: Daniela Cattaneo, Emanuela Porta, Lea;  

Web Master: Emanuela Porta - Copyright © 2019 CureC@re la cultura del prendersi cura Rights Reserved.