foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


.
info@curecare.it
www.curecare.it

CureC@re

la cultura del prendersi cura

Percorso



Per descrivere la gamma dei supporti decisionali disponibili per consentire una scelta informata da parte dei pazienti anziani alla fine della vita e per stimare la loro efficacia o accettabilità sono stati consultati PubMed, Scopus, Ovid MEDLINE, EMBASE, EBM Reviews, CINAHL e PsycInfo dal 1995 al 2015. Il criterio di qualità approvato dagli International Patient Decision Aids Standards è stato utilizzato per valutarne l'utilità.

Sono stati inclusi 17 interventi di supporto decisionale per i pazienti, i loro delegati legali o i sanitari. La metà di questi supporti è stata progettata per l'utilizzo [...]

Leggi tutto: L'efficacia del supporto alla decisione per...

Il dottor Andrew N. Wilner, ha recentemente incontrato un problema preoccupante nella sua pratica di neurologo: diversi pazienti che rifiutano le terapie, con costi elevati per la loro salute e per il sistema sanitario. Una di queste situazioni ha coinvolto una considerazione culturale su una particolare terapia che ha addirittura messo in scacco l'etica di come procedere con la sua gestione. Il dottor Wilner ed il dottor Ronald W. Pies, bioetico e professore di psichiatria presso la SUNY Upstate Medical University di Syracuse, hanno recentemente avuto uno scambio di opinioni via email su tali perplessità etiche e su come gestirle nella pratica clinica.

Dr Wilner: Recentemente, abbiamo avuto un paziente nel servizio neurologico ospedaliero i cui desideri hanno creato un problema di gestione molto difficile. Ecco il caso, in cui alcuni dettagli sono stati modificati per proteggere la privacy del paziente.

Un uomo di 30 anni proveniente dal Camerun ha avuto frequenti ricoveri in questo ospedale per complicazioni dell'AIDS. Ha una tubercolosi polmonare e gastrointestinale, una retinite da citomegalovirus e la toxoplasmosi del sistema nervoso centrale. È debilitato e ha bisogno dell’assistenza della famiglia per le esigenze della vita quotidiana.

Il paziente prende i farmaci appropriati per queste complicanze dell'AIDS. Tuttavia, non è disposto ad assumere la terapia antiretrovirale, perché [...]

Leggi tutto:  Quando i pazienti rifiutano le cura salvavita

I farmaci per la gestione dei sintomi nella cure palliative sono associati a rischi, però malamente conosciuti. I danni correlati ai farmaci hanno importanti implicazioni cliniche, possono influenzare la compliance dei pazienti e incrementare i sintomi.

Per esplorare la relazione longitudinale tra la dose giornaliera equivalente di morfina orale (MEDD) e la dose giornaliera equivalente di diazepam (DEDD) ed i risultati funzionali, cognitivi e sintomatici nei pazienti che ricevono cure palliative, è stata effettuata l'analisi longitudinale secondaria dei deceduti per cancro (n = 235) con una sperimentazione randomizzata controllata in cure palliative con misure multiple dei risultati. Ad ogni punto temporale sono stati calcolate le dosi equivalenti di [..]

Leggi tutto: Analisi esplorativa sugli effetti degli oppioidi...

Negli ultimi decenni vi è stato un significativo aumento del numero delle sperimentazioni cliniche pubblicate nell’ambio delle cure palliative.

Tuttavia, l’evidenza empirica suggerisce che ci sono problemi metodologici nella progettazione e nella conduzione degli studi, il che solleva domande sulla validità e la possibilità di generalizzare i risultati e sulla solidità delle evidenze disponibili. Si è cercato di valutare le caratteristiche metodologiche e di stimare la qualità delle segnalazioni delle sperimentazioni cliniche nelle cure palliative.

È stata eseguita una revisione sistematica delle sperimentazioni cliniche pubblicate che valutavano gli interventi terapeutici nelle cure palliative. Le sperimentazioni sono state identificate usando MEDLINE (dall'inizio fino al febbraio 2015). Sono state valutate le [...]

Leggi tutto: Sperimentazioni cliniche in cure palliative: una...

I farmaci orali antinfiammatori non steroidei (FANS) sono ampiamente usati nel trattamento del dolore nella fibromialgia, anche se non sono considerati efficaci.

Per valutare l'efficacia analgesica, la tollerabilità (sospensione a causa di eventi avversi) e la sicurezza (eventi avversi gravi) di questi farmaci per la fibromialgia negli adulti sono state ricercate sperimentazioni randomizzate controllate in CENTRAL, MEDLINE ed Embase a partire dall’inizio al gennaio 2017. Sono state compiute ricerche anche [...]

Leggi tutto: Farmaci orali antinfiammatori non steroidei per...

chi è online?

Abbiamo 26 visitatori e nessun utente online


Redazione: Daniela Cattaneo, Emanuela Porta, Lea;  

Web Master: Emanuela Porta - Copyright © 2018 CureC@re la cultura del prendersi cura Rights Reserved.