foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


.
info@curecare.it
www.curecare.it

CureC@re

la cultura del prendersi cura

Percorso



Le persone con malattie avanzate di solito vogliono l'assistenza sanitaria dove vivono - a casa - non in ospedale. Dovrebbero essere esplorati dei modelli innovativi di cure palliative che soddisfino meglio le esigenze dei malati gravi, a costi inferiori.

Si è valutato l'impatto di un programma di cure palliative a domicilio (HBPC) implementato all'interno di un'organizzazione di assistenza responsabile sui costi e sull’utilizzo delle risorse.

Con un'analisi retrospettiva si sono quantificati i risparmi sui costi associati a un programma di cure palliative a domicilio in [...]

[...] un'organizzazione di assistenza responsabile del piano Medicare di risparmio condiviso nella quale era disponibile il costo totale delle cure.

Sono stati studiati 651 deceduti; 82 iscritti a un programma HBPC rispetto a 569 che ricevevano l’assistenza abituale in tre contee di New York. Le persone sono decedute tra il 1° ottobre 2014 ed il 31 marzo 2016. Sono anche stati confrontati i ricoveri ospedalieri, le visite al pronto soccorso e i tassi di utilizzo degli hospice negli ultimi mesi di vita.

Il costo per paziente durante i tre mesi finali di vita è stato di $ 12.000 più basso con le cure palliative a domicilio rispetto alle cure usuali ($ 20.420 contro $ 32.420; p = 0.0002); ampiamente guidato da una riduzione del 35% nella sezione A di Medicare ($ 16.892 contro $ 26.171; p = 0,0037).

Le cure palliative a domicilio hanno comportato anche una riduzione del 37% della sezione B di Medicare nei tre mesi finali di vita rispetto alle cure ordinarie ($ 3.114 contro $ 4.913; p = 0.0008).

I ricoveri ospedalieri sono stati ridotti del 34% nel mese finale di vita per i pazienti arruolati nell'HBPC.

Il numero di ammissioni per 1000 beneficiari all'anno era di 3073 con le cure domiciliari e 4640 con quelle abituali (p = 0,0221). L'HBPC ha comportato un aumento del 35% del tasso di ammissione agli hospice (p = 0,0005) e un incremento del 240% della durata media del ricovero in hospice rispetto alle normali cure (34 giorni contro 10 giorni; p <0,0001).

Il programma di cure palliative a domicilio all'interno di un'organizzazione di assistenza responsabile è stato associato a significativi risparmi sui costi, a minori ricoveri ospedalieri e all'aumento dell'uso degli hospice negli ultimi mesi di vita.

Vai all'articolo completo: The Impact of a Home-Based Palliative Care Program in an Accountable Care Organization - Dana LustbaderDana Lustbader

chi è online?

Abbiamo 158 visitatori e nessun utente online


Redazione: Daniela Cattaneo, Emanuela Porta, Lea;  

Web Master: Emanuela Porta - Copyright © 2020 CureC@re la cultura del prendersi cura Rights Reserved.