foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


.
info@curecare.it
www.curecare.it

CureC@re

la cultura del prendersi cura

Percorso



Questa rassegna della letteratura mirava a esplorare gli studi qualitativi nei quali gli infermieri trattavano le sfide che affrontano nelle cure di fine vita in un reparto di terapia intensiva. L’analisi e la discussione dei risultati degli studi si prefiggevano di contribuire all'attuale base delle evidenze sull'argomento.

Una ricerca sistematica sui database accademici è stata condotta per reperire gli studi pertinenti.

È stato intrapreso un processo induttivo che utilizzava una teoria fondata per estrarre i temi appropriati per affrontare il quesito della rassegna.

Sono stati identificati 6 studi pertinenti con quattro temi principali che emergono dall'analisi.

I temi erano una mancanza di coinvolgimento dell'infermiere nel processo decisionale dell'assistenza di fine vita, una carenza di conoscenze infermieristiche nel fornire l’assistenza di fine vita, il dilemma di stabilire le priorità assistenziali tra paziente e famiglia e l’essenza del fornire cure di fine vita in un ambiente di terapia intensiva.

Fornire un’assistenza di fine vita in terapia intensiva richiede che gli infermieri siano coinvolti nella comunicazione interdisciplinare. La formazione, l’addestramento e le linee guida per le cure di fine vita specifiche per i reparti di terapia intensiva devono essere implementate per garantire che i pazienti ricevano un'assistenza di alta qualità e centrata su ciascuno di loro.

Vai all'articolo originale : What are the challenges for nurses when providing end-of-life care in intensive care units? Ian Griffiiths Published Online:13 Sep 2019Ian Griffiiths Published Online:13 Sep 2019

Le persone con malattie avanzate di solito vogliono l'assistenza sanitaria dove vivono - a casa - non in ospedale. Dovrebbero essere esplorati dei modelli innovativi di cure palliative che soddisfino meglio le esigenze dei malati gravi, a costi inferiori.

Si è valutato l'impatto di un programma di cure palliative a domicilio (HBPC) implementato all'interno di un'organizzazione di assistenza responsabile sui costi e sull’utilizzo delle risorse.

Con un'analisi retrospettiva si sono quantificati i risparmi sui costi associati a un programma di cure palliative a domicilio in [...]

Leggi tutto: L'impatto di un programma di cure palliative...

La trasfusione di globuli rossi è un'opzione terapeutica per il trattamento dell'anemia. Le attuali pratiche trasfusionali e i fattori che influenzano la decisione di prescrivere questa terapia non sono ben conosciuti.

Per analizzare le attuali pratiche trasfusionali, le attitudini e i fattori che influenzano la decisione di trasfondere tra i medici di cure palliative si è utilizzato un [...]

Leggi tutto: Trasfusione di globuli rossi nelle cure...

Il delirio è comune nei pazienti ospedalizzati ed è associato a esiti poco favorevoli. Gli antipsicotici sono comunemente usati; tuttavia, i benefici e i danni associati non sono chiari.

Per condurre una revisione sistematica che valuti i benefici e i danni degli antipsicotici nel trattamento del delirio negli adulti, sono stati consultati PubMed, Embase, CENTRAL, CINAHL e PsycINFO dall'inizio al luglio 2019 senza restrizioni linguistiche.

Sono stati considerati gli studi randomizzati controllati che confrontavano gli antipsicotici al placebo o tra di loro e gli studi osservazionali prospettici che riportano effetti avversi.

Un ricercatore ha estratto i dati e valutato la forza complessiva delle evidenze (SOE) per i risultati critici, con la conferma da parte di un altro ricercatore. Il rischio di parzialità è stato valutato in modo indipendente da 2 ricercatori.

Tra i 16 studi randomizzati e [...]

Leggi tutto: Gli antipsicotici nel trattamento del delirio...

La kenamina a dosi subdissociative (SDDK) viene utilizzata per il trattamento del dolore acuto. La ricerca si è prefissa di determinare se l'SDDK è efficace nell'alleviare l’inasprimento acuto del dolore cronico.

Si è svolto uno studio randomizzato in doppio cieco controllato con placebo, da maggio 2017 a giugno 2018 in un ospedale universitario pubblico (ClinicalTrials.gov # NCT02920528).

Lo scopo primario era una diminuzione di 20 mm su una scala analogica visiva di 100 mm (VAS) a 60 minuti. L'analisi della potenza utilizzando [...]

Leggi tutto: La ketamina a dose subdissociativa è efficace...

chi è online?

Abbiamo 461 visitatori e nessun utente online


Redazione: Daniela Cattaneo, Emanuela Porta, Lea;  

Web Master: Emanuela Porta - Copyright © 2020 CureC@re la cultura del prendersi cura Rights Reserved.