foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


.
info@curecare.it
www.curecare.it

CureC@re

la cultura del prendersi cura

Percorso



In tempi passati, quando il cambiamento sociale e l'evoluzione delle cure mediche si muovevano a un ritmo più lento, la formazione medica faceva lo stesso. Quei giorni sono finiti, ma le scuole di medicina sembra che non se ne siano accorte. Formare nuovi medici negli odierni contesti sociali, politici e sanitari in rapida evoluzione richiede un tasso di cambiamento curricolare più rapido che mai, e le nostre scuole di medicina sono in ritardo.

Come studenti di medicina che studiano i sistemi sociali e politici che riguardano l'assistenza sanitaria, per noi è chiaro che i programmi scolastici di medicina tendono a dare poca importanza a temi socialmente rilevanti che sono di vitale importanza per la nostra futura pratica medica. [...]

Leggi tutto: Le scuole mediche hanno bisogno di stare al...

La morte dell'ex first lady Barbara Bush all'età di 92 anni è stata degna di nota in molti modi. Era a tutti gli effetti intelligente, acuta e divertente, e una buona e utile moglie di un presidente e madre di un altro. La sua morte la scorsa settimana, dopo una lunga malattia, con il marito al fianco, è stato un modello di successo delle cure palliative. Aveva deciso di interrompere il trattamento che prolunga la vita in favore delle cure di conforto.

Nella stessa settimana del suo funerale, il New York Times ha pubblicato un penetrante articolo del dottor Robert M. Wachter, dell'Università della California, a San Francisco, sulle cure palliative e di fine vita, "Il problema delle cure miracolose contro il cancro”. Non aveva nulla a che fare con Barbara Bush, ma si concentrava sul prendere decisioni difficili al termine della vita. Nello specifico, discuteva sulle scelte sull'uso di nuove immunoterapie che sembrano promettenti per alcuni pazienti oncologici i cui casi erano considerati una volta senza speranza. Fino a poco tempo fa, a questi pazienti sarebbero state offerte solo le cure palliative.

Le immunoterapie hanno generato il tipo di eccitazione che sempre accoglie le scoperte mediche. Il problema è che [...]

Leggi tutto: Cure palliative e ricerca oncologica

Poiché le persone con disabilità intellettive e dello sviluppo vivono più a lungo e sperimentano condizioni di salute croniche, è più probabile che gli assistenti diretti alla persona debbano fornire servizi di cure palliative.

Lo scopo dello studio - esplorativo e descrittivo che ha utilizzato metodi qualitativi - era esplorare il contatto di questi lavoratori con le cure palliative e le sfide che hanno dovuto affrontare.

54 assistenti alla persona hanno partecipato a 9 gruppi di discussione presso [...]

Leggi tutto: Esperienze con le cure palliative e necessità...

chi è online?

Abbiamo 67 visitatori e nessun utente online


Redazione: Daniela Cattaneo, Emanuela Porta, Lea;  

Web Master: Emanuela Porta - Copyright © 2019 CureC@re la cultura del prendersi cura Rights Reserved.